Daniele Gallerani Blog

Il tuo benessere inizia ora!
Contattami

POSTURA CHIUSA

Oggi desidero svelarti una cosa molto importante: ciò che pensiamo e come ci comportiamo si riflette anche sul nostro corpo, andando a modificarne la postura.
Se abbiamo pensieri positivi e comportamenti propositivi e disponibili, anche la postura sarà aperta e leggera.
Viceversa, se i pensieri sono negativi e rigidi, il corpo ne risentirà.
Quando una postura è chiusa, significa che non è disponibile al cambiamento. Essa ha attuato un atteggiamento di salvezza che è stato generato da un comportamento rigido e bloccato.
Il corpo si è quindi adattato a ciò che ha vissuto, diventando così il risultato di una mente poco disponibile, che ha trovato soluzione nella chiusura.
Lavorando su corpi di questo tipo ho compreso una cosa: è come tentare di forzare una serratura!
Il rischio quindi è quello di fare una sorta di “violenza”, perché il corpo si è già strutturato e abituato a mettersi in protezione, ed è più forte delle mani che vogliono lavorare su di esso.
Prima di tutto, allora, è importante aprire un dialogo con questa persona.
Perché è vero, ciò che manifesta è durezza, rigidità e chiusura, ma quando si va a parlare con la parte profonda e la coscienza, poi quel corpo apprende e riconosce la verità.
Questa verità nel corpo genera pace, come se volesse dire: “Non ho più bisogno di chiudermi e opporre resistenza, sono disponibile a un cambiamento, a lasciarmi un po’ andare”.
Attraverso questo dialogo piano piano, la persona mette a disposizione le chiavi per aprire la serratura e le mani hanno il permesso di lavorare sul corpo.
A volte, quindi, non esistono solo le mani, non esiste solo la meccanica, ma anche qualcosa che va oltre quello che è la sfera corporea tangibile.
Perché quel corpo è effetto oggi di una causa di ieri e, se è così, essa è nascosta dietro ad un comportamento, allo stile di vita e a tante situazioni che lo hanno portato ad assumere quella postura.
Quindi di fronte ad un atteggiamento di chiusura è bene non avere fretta e chiedersi: che cosa c’è dietro? Perché un atteggiamento di chiusura ha generato un corpo così chiuso e rigido? Come posso aprire un dialogo?

Condividi:

COME CONTINUARE A STARE BENE

SEGUIMI NELLA MIA PAGINA UFFICIALE FACEBOOK!

  • Come trovo soluzioni ai malesseri del persone?
  • Quali legami nascondono dolori così distanti?
  • Che dispositivi medici starò inventando?
  • Come utilizzo i miei dispositivi?
  • Cosa dicono i clienti dei miei lavori?
  • Che risultati hanno?

Sono questi i contenuti che pubblico insieme a qualche post positivo, a volte un po’ provocatorio che ti spinge a guardare in una direzione, quella dello STAR BENE

Se non ami Facebook i contenuti che posto li trovi anche sul mio CANALE TELEGRAM

Conosci Teraparte e Codice32?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi